Quali sono le opere interessate dal permesso di cotruire?

Secondo l'Art. 10 del T.U. Edilizia gli  interventi  subordinati a permesso di costruire:

a) gli interventi di nuova costruzione;

b) gli interventi di ristrutturazione urbanistica;

c) gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino mutamenti della destinazione d'uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni.

Le regioni stabiliscono con legge quali mutamenti, connessi o non connessi a trasformazioni fisiche, dell'uso di immobili o di loro parti, sono subordinati a permesso di costruire o a segnalazione certificata di inizio attività SCIA.

_____________________________________________________Parentesi (Toscana e Firenze)

La L.R 10/14 della Regione Toscana, ad esempio, riporta:

Art. 134 - Trasformazioni urbanistiche ed edilizie soggette a permesso di costruire

  • a. gli interventi di nuova edificazione, e cioè la realizzazione di nuovi manufatti edilizi fuoriterra o interrati, anche ad uso pertinenziale privato, che comportino la trasformazione in via permanente di suolo inedificato, diversi da quelli di cui alle lettere da b) a m), ed agli articoli 135 e 136;
  • b.l’installazione di manufatti, anche prefabbricati e di strutture di qualsiasi genere , quali roulotte, camper , case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, deposi ti, magazzini e simili, che non siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee , e salvo che siano installati, con temporaneo ancor aggio al suolo, all’interno di strutture ricettive all’aperto, in conformi tà alla norma t iva regionale di settore , per la sosta ed il soggiorno dei turisti;
  • c.la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria da parte di soggetti diversi dal comune;
  • d. la realizzazione d’infrastrutture e d’impianti, anche per pubblici servizi, che comporti la trasformazione in via permanente di suolo inedificato;
  • e.la realizzazione di depositi di merci o di materiali e la realizzazione d’impianti per attività produttive all’aperto, che comporti l’esecuzione di lavori a cui consegua la trasformazione permanente del suolo inedificato;
  •  f.la realizzazione degli interventi di ristrutturazione urbanistica, cioè quelli rivolti a sostituire l’esistente tessuto urbanistico- edilizio con altro diverso, mediante un insieme sistematico d’interventi edilizi, anche con la modificazione del disegno dei lotti, degli isolati e della rete stradale;
  •  g.le addizioni volumetriche agli edifici esistenti realizzate mediante ampliamento volumetrico all’esterno della sagoma esistente;
  • h.gli interventi di ristrutturazione edilizia ricostruttiva consistenti in:

___________________________________________________________________________________________________________

In alternativa al permesso di costruire, possono essere realizzati mediante SCIA (vedi approfondimento) gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diver-so dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei pro-spetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino muta-menti della destinazione d'uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli.

Il rilascio del permesso è in ogni caso subordinato alla esistenza delle opere di urbanizzazione primaria o alla previsione da parte del comune della realizzazione delle stesse nel successivo triennio, oppure all’impegno dei privati di procedere all’esecuzione delle medesime contemporaneamente alle costruzioni oggetto del permesso.

Chi presenta il permesso di costruire

Il permesso di costruire è rilasciato al proprietario dell'immobile o a chi abbia titolo per richiederlo (rappresentante di una società o delega al progettista).

E' possibile trasferire il permesso di costruire?

Il permesso di costruire è trasferibile, insieme all'immobile, ai successori o aventi causa.

Durata, scadenze del permesso a costruire e deroghe

Nel permesso di costruire sono indicati i termini di inizio e di ultimazione dei lavori.Il termine per l'inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dal rilascio del titolo; quello di ultimazione, entro il quale l'opera deve essere completata, non può superare tre anni dall'inizio dei lavori.

La proroga può essere accordata, con provvedimento motivato, per fatti sopravvenuti, estranei alla volontà del titolare del permesso, oppure in considerazione della mole dell'opera da realizzare, delle sue particolari caratteristiche tecnico-costruttive, o di difficoltà tecnico-esecutive emerse successivamente all'inizio dei lavori, ovvero quando si tratti di opere pubbliche il cui finanziamento sia pre-visto in più esercizi finanziari.

 

Ci contatti per maggiori informazioni o per un preventivo gratuito e senza impegno

Guida sul permesso di costruire - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva